In seguito alle nuove normative nazionali del 2012 l’attività di monitoraggio dei rifiuti sanitari non è più tra le competenze della Dg Welfare e della Regione, ma viene gestita attraverso un sistema, Sistri (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti) che è in capo al Ministero dell’Ambiente. Abbiamo fornito questa informazione sia al consigliere Corbetta che all’intera VI Commissione Ambiente del Consiglio regionale. Forse i festeggiamenti del nuovo anno o l’ansia per l’avvicinarsi della campagna elettorale devono aver tolto lucidità ai colleghi del Movimento 5 Stelle, che evidentemente sono andati in confusione.

Lo ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera commentando la nota stampa con la quale il consigliere regionale pentastellato accusa Regione di non aver dato risposte in merito al monitoraggio dei rifiuti ospedalieri sul territorio lombardo.

“Nello specifico – ha sottolineato l’assessore –, rispondendo all’interrogazione del consigliere Corbetta che entrava nel merito di una situazione esistente in una Asst di Milano, abbiamo anche allegato la documentazione fornita dall’Azienda in cui si spiegava che ‘la corretta applicazione della procedura di smaltimento dei rifiuti viene quotidianamente monitorata dai coordinatori infermieristici e dalla Direzione medica di presidio che effettua periodici sopralluoghi presso i reparti dell’ospedale’”.

“Rispedisco quindi al mittente – ha concluso l’assessore – le accuse di non rispondere alle domande dei consiglieri regionali, insieme a quelle rivolte alla giunta Maroni di non sapere gestire efficacemente i soldi pubblici”.